Anno 1990 – in corso

Nel 1990 TRC inizia ad organizzare Sherwood Festival, kermesse musicale, culturale, artistica, sportiva, sociale e politica che si svolge per circa un mese ogni estate a Padova.


Anno 1979

Viene formalmente costituita la cooperativa Tele Radio City S.C.S. Onlus.


Anno 1976

Nasce Radio Sherwood, una delle prime radio libere in Italia. Radio Sherwood diventa uno dei punti di riferimento della cultura alternativa e dei movimenti sociali in Italia. Le trasmissioni si basano su notiziari, approfondimenti, servizi giornalistici e trasmissioni culturali. Fin dall’inizio, la metodologia applicata è stata quella della redazione diffusa, un approccio molto innovativo in quel periodo.

In questo curriculum elencheremo le attività piu significative svolte nel corso degli anni:


Anno 2020

Progettazione e studio per la realizzazione di un documentario sull’integrazione dei beneficiari del progetto Sprar Finale Ligure (SV) 2018 – 2020, commissionato da Jobel s.c.s.


Anno 2020 – in corso

Collaborazione al progetto “Guida illustrata Minori per Minori Stranieri non accompagnati” finanziato dai Fondi Otto Per Mille 2020 della Tavola Valdese e realizzato dall’Associazione Melting Pot ODV.


Anno 2020

Radio Sherwood è tra le radio fondatrici di “Gemini“, un network di radio indipendenti che riunisce oltre 10 realtà provenienti da tutta Italia. Nel settembre 2020 si è tenuto a Perugia il primo Festival del network.


Anno 2019 – in corso

Parternship al progetto “Odiare non è uno sport” finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS – numero del progetto: AID011797) e finalizzato a prevenire e combattere i discorsi d’odio nel campo dello sport non professionale. Il ruolo di Tele Radio City è quello di costruire una contro-narrativa, una campagna multimediale che preveda anche la presenza di personaggi noti del mondo sportivo. Grazie a questo progetto la nostra organizzazione ha acquisito maggiori competenze sul rapporto tra comunicazione e inclusione sociale.


Anno 2019 – in corso

Partner del progetto di SVE Strategico “Welcome”, che vede come capofila l’associazione Xena, grazie al quale vengono ospitati volontari europei dell’European Solidarity Corps.


Anno 2019 – in corso

TRC ha sostenuto la nascita di “Lesvos Calling”, una campagna politica e sociale sulla cosidetta “rotta balcanica” con viaggi di monitoraggio e solidarietà concreta dall’isola hotspot greca di Lesvos fino a Trieste, al confine italo-sloveno.


Anno 2019

Programma FSE 2019 – “Corso su giornalismo e migrazioni del Progetto Melting Pot Europa” presso l’Istituto Rainerum – Salesiani Don Bosco di Bolzano.


Anno 2018 – 2019

Radio Sherwood collabora alla realizzazione di “Press To”, kermesse di radio indipendenti che si è svolta a Perugia durante i giorni del Festival Internazionale del Giornalismo.


Anno 2018 – 2019

Collaborazione al progetto “Radio Melting Pot” finanziato dai Fondi Otto Per Mille 2019 della Tavola Valdese e realizzato dall’Associazione Melting Pot ODV.


Anno 2018 – in corso

Collaborazione al progetto “MP Play – Video Pillole sulla Legge Salvini” finanziato da Lush s.r.l. e realizzato dall’Associazione Melting Pot ODV.


Anno 2018

Tele Radio City ha ottenuto il “Quality Label” dall’Agenzia Nazionale Giovani e ospita volontari dell’European Solidarity Corps, per progetti finanziati all’interno del Programma Europeo Erasmus+.


Anno 2018

Amministrazione e collaborazione al progetto di monitoraggio sui centri di accoglienza e trattenimento della campagna “LasciateCIEntrare” finanziato da Open Society Foundations.


Anno 2015 – 2018

TRC sostiene “Overthefortress”, una campagna politica e sociale di solidarietà concreta alle persone in transito sulla rotta balcanica e in particolare al confine greco-macedone nel grande campo informale di Idomeni. Proprio qui la cooperativa offre il supporto tecnico e la strumentazione per la realizzazione del progetto “Una parabola per Idomeni”.


Anno 2014 – in corso

Iniziative formative a cura del “Progetto Melting Pot” in aula e online su temi riguardanti la normativa in materia di immigrazione ed asilo, rivolti ad enti locali, associazioni, avvocati, operatori del terzo settore, esperti e non, al personale della pubblica amministrazione direttamente coinvolto nei servizi ai migranti o indirettamente investito dalla necessità di sviluppare conoscenze in materia (operatori di strada, insegnanti, etc).


Anno 2012 – 2014

Parternship al Progetto Europeo “Community of citizens – Youth sharing their values”.
Associazione capofila: Associação PAR – Respostas Sociais.

Scopo del progetto: Intervenire sulla crescente consapevolezza di costruzione di cittadinanza all’interno dell’UE, in particolare dei giovani cittadini, attraverso la conoscenza della Carta dei diritti fondamentali come punto di riferimento (Trattato di Lisbona).

Obiettivi del progetto: L’obiettivo globale è attivare la partecipazione dei giovani come cittadini alla costruzione dell’Europa, costruendo la Comunità di pratiche in cui i giovani possono condividere la loro esperienza sui diritti fondamentali e sostenere il forte processo di advocacy – attraverso una sfida per i giovani a “raccontare” le loro narrazioni digitali, oltre a formazione, media relazioni, eventi, strumenti web 2.0 e Conferenza finale.

Ruolo svolto all’interno del progetto: Costruzione della piattaforma online, identificazione e formazione dei facilitatori CoP (Community of Practice) ed esperti tematici, azioni di supporto CoP e disseminazione per la gara (eventi culturali, incontri in rete), lancio dell’evento e formazione della giuria. Creazione di network tra gruppi formali ed informali.


Anno 2011 – 2012

Parternship al Progetto Europeo “Citizens without borders”
Associazione capofila: GVC Italia

Scopo del progetto: Accrescere la consapevolezza e migliorare la conoscenza delle regole sulla libertà di movimento nel territorio dell’UE.

Obiettivi del progetto: Migliorare la conoscenza e l’esperienza sulle normative europee riguardanti la libertà di movimento tra gli stati. di autorità locali e organizzazioni della società civile operanti sul campo, con particolare attenzione ad alcune categorie “vulnerabili”. Inoltre mgliorare la consapevolezza e la conoscenza dei cittadini europei riguardo la mobilità e la residenza e promuovere la piena soddisfazione dei questi diritti. Contribuire allo stato esistente di conoscenza nei paesi coinvolti nel progetto a migliorare gli scambi di buone pratiche.

Ruolo svolto all’interno del progetto: Organizzazione e svolgimento della campagna di comunicazione, organizzazione incontri, conferenze stampa, apertura pagina web interattiva on line. Servizi di implementazione, disseminazione e rafforzamento degli strumenti europei.


Anno 2008 – 2011

“Asilo a Venezia” è uno strumento messo a disposizione da Melting Pot Europa in collaborazione con il Progetto Fontego del Comune di Venezia nell’ambito degli interventi previsti dal Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR).


Anno 2002 – in corso

Al Social Forum Europeo di Firenze del 2002 viene presentato “Global Project”, crosspoint di linguaggi diversi dell’agire comunicativo, alimentato da tre articolazioni: una rivista cartacea (Global Magazine), un circuito radiofonico satellitare (Global Radio) e una televisione (Global Tv). Nel 2003 il progetto diventa una piattaforma online.


Anno 1997 – 2010

Prende avvio il Progetto Melting Pot Europa con la produzione di uno sportello radiofonico di orientamento legale tradotto in 5 lingue. Il progetto venne inizialmente finanziato dall’Assessorato Politiche Sociale e Rapporti con il Volontariato del Comune di Venezia.


Anno 1988 – 1996

Nel 1988 Radio Sherwood partecipa – con altre radio e televisioni indipendenti provenienti da Danimarca, Francia, Germania, Inghilterra e Svizzera – al progetto “European Counter Network E.C.N.” Nel 1991 Padova è uno dei dieci nodi italiani di questa rete, che tra il 1993 e il 1994 diventa un nuovo soggetto sociale e politico. Nel 1996 nasce il progetto “Isole nella Rete” che trasferisce in Internet i principali contenuti della rete E.C.N.